In Giappone il tè si beve come fosse acqua

viaggiappone Viaggia con noi! Tour di Hanami in Giappone a 2720€ tasse aeroportuali incl.
Vivi il Sol Levante nel suo momento più bello allo sbocciare dei fiori di ciliegio, andremo anche al di fuori delle solite rotte turistiche a scoprire il vero cuore del Giappone! Garantito da Miki travel tour operator giapponese con 50 anni di esperienza.

Origini mitologiche del tè ... per i Giapponesi è stato Daruma

Daruma

Quando andrete in viaggio in Giappone vi accorgerete che la bevanda più bevuta, anche più della stessa acqua, è il tè, il famoso tè verde giapponese che viene consumato sotto diverse forme e che accompagna la giornata e il dissetarsi del bravo abitante del Paese del sol levante.
Come molti altri aspetti di cui ho parlato in questo blog, anche il tè arriva in Giappone dalla Cina, anzi è proprio nel grande paese asiatico che questa pianta viene coltivata ed utilizzata per la prima volta...Secondo una leggenda cinese, l'imperatore Shen Nung, personaggio mitologico che aveva inventato l'agricoltura, vissuto più 2500 anni prima di Cristo e che aveva l'abitudine di bollire sempre l'acqua prima di berla (ma che sia anche l'inventore dell'acqua calda?), un giorno, dormendo all'aperto vicino ad un arbusto di tè (la pianta può raggiungere i 2 metri se lasciata andare) ed il vento facendo cadere delle foglie nella pentola, al risveglio si trovò il tè pronto, lo assaggiò e ne trasse benefici incredibili...Gli indiani, invece, dicono che a scoprire questa bevanda fosse stato Bodhidharma un principe buddista che, trasferitosi in Cina, dette luogo al chan (lo zen); egli si era messo in testa di non dormire e meditare per sette anni, ma, arrivato al quinto, cominciò ad avere sonno e così, guidato da un forte impulso, prese le foglie di un arbusto che cresceva vicino a lui, le masticò e, riprendendosi, portò, a termine il suo proponimento. In Giappone gli accadimenti che accompagnano l'origine del tè cambiano un po'; si narra, infatti, che  Bodhidharma (Daruma per i giapponesi, quello dell'omonima bambola che aiuta a realizzare i propri desideri), durante le sue meditazioni si addormentasse e addirittura si distraesse al punto di sognare le fanciulle con cui aveva fatto il simpatico in gioventù. Una volta sveglio, dicono che si fosse infuriato con sé stesso, al punto di strapparsi le palpebre e di sotterrarle, così da non dormire mai più. … E' da quest'ultime che sarebbe nata la pianta del tè.

Il tè è arrivato in Giappone 900 anni fa

Piantagioni di tè a Shizuoka

In realtà pare che intorno al IV,-V secolo nel celeste impero, si iniziasse ad adoperare come bevanda l'infuso di questa pianta e che poi i monaci chan/zen avessero cominciato a berla per non addormentarsi durante le pratiche meditative. In Giappone il tè fu importato dal monaco Eisai, nel XII secolo, il quale in Cina aveva appreso il Chan; una volta sbarcato nell'isola di Kyushu, fondò il Shofuku-ji, a Fukuoka, che è il primo tempio Zen dell'arcipelago...anche se pare che poi la pianta fosse coltivata, inizialmente, al Kozan-ji dove ancora si mantiene quest'antica coltivazione.
In questo tempio, che sorge appunto a Takao nelle montagne a ridosso di Kyoto, io ho visto per la prima volta una pianta di tè, pianta che sinceramente non mi ero mai immaginato, e tanto meno pensavo essere un cespuglio, tipo che ci si potrebbe fare una siepe e così mentre guardavamo questo “giardino di cespuglietti”, eravamo anche con Elena di Nihon almost a love story ed io e lei da bravi italiani ce ne stavamo andando, Yumichan ci ha sottolineato che eravamo davanti alla più antica coltivazione di tè del Paese...infatti la pianta del tè, la Camellia sinensis è un arbusto sempre verde che fa dei fiorellini bianchi.
Altre fonti sostengono, invece che il primo luogo dove fosse coltivato sia stato Uji, sempre nei pressi di Kyoto, dove a tutt'oggi si coltiva un'ottima qualità di tè verde, l'unico tipo prodotto in Giappone , del quale esistono, comunque, tante qualità differenti.

In Giappone il tè che si produce è solamente verde

Tè Macha

Nel paese del Sol levante si producono più di 80.000 tonnellate di tè verde (Ocha) all'anno お茶; lo si coltiva in diversi luoghi, ma i più rinomati per la loro qualità sono  Uji come già detto, Shizuoka vicino al Fuji-san (di cui famose sono le foto di questi campicelli ad onde verdi con dietro la montagna sacra innevata), Yame  nella prefettura di Fukuoka e Chiran nella zona di Kagoshima.
Il tè, verde o nero che sia, viene sempre dalla stessa pianta: la differenza sta nel fatto che quello verde non è fermentato, mentre quello nero lo è; quello semi fermentato è il tè olong.
In Giappone si producono tanti tipi di tè verde differenti tra loro; quello che tutti noi conosciamo meglio è il Macha (spuma di giada), un tè coltivato all'ombra, poi cotto al vapore, essiccato e polverizzato da una macina di pietra; è quello  verde verde che viene utilizzato nella famosa cerimonia del tè (di cui parlerò in un altro post) e che però non è bevuto in ogni momento.
Il tè che si mette normalmente in infusione è il Sencha  che viene semplicemente fatto essiccare al sole; è il più bevuto e di questo esistono diverse qualità alcune delle quali anche molto care e ricercate, a seconda del luogo e delle foglie utilizzate.
Un altro tipo di tè verde è Hojicha (houjicha) (ほうじ茶) che si distingue dagli altri perché tostato, mentre la maggior parte dei tè giapponesi di solito sono “cotti” a vapore. Il raggiungimento di alte temperature, modifica le tonalità del colore e la foglia, dal verde, passa al bruno-rossastro, che è la colorazione dello stesso infuso. Il processo è stato la prima volta realizzato a Kyoto, all'inizio del XX secolo, ma la sua popolarità persiste ancora oggi sia per il suo sapore, che a me ricorda quello delle castagne, che per la scarsa quantità di teina che lo rende adatto ad accompagnarsi al pasto e a dissetare nelle giornate estive.
Io l'ho scoperto in casa di Yumchan, dove in estate è consumato in luogo dell'acqua, freddo freddo...e veramente dissetante, anche se spesso, durante la giornata, non posso far a meno di cercare l'acqua...

Il tè nel Sol levante è senza zucchero

Viaggiappone e il Tè Macha

Pensate che il tè, che in Giappone vendono anche in bottiglie e bottigliette, costa quanto l'acqua minerale, e meno di quella frizzante che si acquista allo stesso prezzo della coca-cola...per cui tutti i bravi giapponesi ne hanno sempre una bottiglietta appresso...
All'inizio ero recalcitrante a questo uso, perché non volevo portarmi dietro grandi pesi, ma poi, sopratutto nel mese di settembre, quando, se pur mitigato, il caldo umido del Sol levante si fa sentire ancora, mi sono convinto che questa è una buona abitudine, per cui ho sempre dietro una bottiglietta di tè…
L'infuso in Giappone, anche quello imbottigliato, è sempre senza zucchero e, così io, dopo anni di vita italo-giapponese, ormai bevo tutto senza zucchero, anche il caffè, per non mutare il gusto di ciò che sto bevendo...Anzi, ormai mi viene da storcere il naso quando offro del tè (in casa ne abbiamo di ottimi, e non solo giapponesi) e mi chiedono lo zucchero, per non dire il limone...allora tengo sempre da parte delle bustine da supermercato pronte per chi ama la “limonata calda al sentore di tè”, come ad esempio mia madre...

viaggiappone

Viaggia con noi alla scoperta del Giappone per Hanami!
Un viaggio tra le origini del Giappone ed il futuro!
Viaggiappone non cambia ed aiuta i viaggiatori fai da te, se ci credete utili, usate da qui Booking, Assicurazioni di viaggio, Amazon, Router wifi a noleggio ecc... Il sito richiede tanto tempo! Grazie!

assicura 15 giorni di viaggio a partire da 39€

Parti tranquillo con viaggisicuri
con 39€ la tua assicurazione sanitaria e parti per la vacanza! E in più 10% di sconto col codice PPC10B
Assicurazione sanitaria con Allianz
45€ e copri le spese mediche in viaggio se hai meno di 26 anni! E in più 10% sconto passando dal link.

"Una mano" per Viaggiappone.com!

viaggiappone

Ciao! Se vi piace il nostro sito web e credete che sia utile per voi ricordatevi di fare tramite noi le vostre prenotazioni su booking, o la vostra assicurazione sanitaria (senza spese aggiuntive, anzi risparmiando qualcosa) ecc. Dietro tutte queste pagine web ci sono tanto tempo e tante spese per mantenerle on-line. Grazie per sostenere viaggiappone.com!
Chi è Viaggiappone?...

Hotel Osaka Economici di Qualità

Hearton Hotel Minamisenba Osaka, Giappone

Centralissimo, zona Minami-Namba, massima pulizia e buon servizio, stanze un po'piccole ma prezzi ottimi.
Maggiori Informazioni

Hearton hotel Shinsaibashi Osaka, Giappone

Business hotel vicino alla metro Shinsaibashi in una zona molto commerciale, ottima qualità prezzo.
Maggiori Informazioni

Best Western Fino Shinsaibashi Osaka, Giappone

Un buon hotel vicino a Dotonbori, per godersi le notti illuminate di Osaka, con un ottimo qualità prezzo!
Maggiori Informazioni

Hotel Chisun Inn Esaka Osaka, Giappone

Vicino Metro Esaka, a due fermate da Shin-Osaka , confort discreto, ha anche le sue terme, prezzo eccezionale!
Maggiori Informazioni

Assicura 15 giorni di viaggio!

30€ per tutelare la salute in viaggio
Miglior qualità prezzo, scopri di più!
 

39€ salute e responsabiltà civile
sconto 10% col codice PPC10B
 

45€ meno di 26 anni, ottima soluzione
10% sconto passando dal link
 

40€ e copri in pieno la tua salute
sconto 10% inserendo il codice IMI15A
 

45€ assicurazione medica base
sconto 10% inserendo il codice MAX10
 

77€ anche malattie preesistenti
10% sconto codice CDESC4NMVC98-15
 

Cosa è viaggiappone?

viaggiappone

Viaggiapppone nasce come condivisione dei viaggi nel Paese del Sol levante fatti da Yumiko e Dani tenendo sempre presente quali possano essere i problemi oggettivi che un Italiano in vacanza in Giappone possa incontrare, tramite tante informazioni, foto, diari di viaggio (siamo all'undicesimo fatto insieme) ed anche rispondendo direttamente sul Forum.
Viaggiappone, con la propria esperienza, progetta e si mette alla testa di viaggi di gruppo alla scoperta del Sol Levante che vengono realizzati da un tour operator leader nel settore.
Le spese del sito vengono coperte dagli acquisti effettuati tramite queste pagine (booking, assicurazioni, Amazon ecc) senza che per voi ci siano costi in più...quindi se vi piace sosteneteci!
Viaggiappone è anche cultura e società giapponese nel tentativo di presentare un Giappone reale e al di fuori dei luoghi comuni a chi si è appassionato di questo lontano paese o che lo voglia visitare...

Chi è viaggiappone?...

Booking.com

Guide

Diari di Viaggio

La nostra Fukuoka

Il castello di Fukuoka, Giappone

Il castello di Fukuoka, Giappone

Casa in Giappone!
Giorni di preparazione al tour della primavera, godendoci la nostra Fukuoka, tra famiglia, manicaretti giapponesi e passeggiate alla ricerca dei primi segni di hanami.
leggi tutto...

Un nuovo Hanami

Italiani in Giappone

Italiani in Giappone

Una fredda primavera giapponese
La partenza del nostro decimo viaggio in Giappone, verso un hanami, la fioritura dei ciliegi giapponesi che ha stentato a decollare complici un inverno tiepido ed una prima vera fredda, ma che ci ha portato in tanti posti meravigliosi!.
leggi tutto...

Novità Blog

Quanto è facile parlare a caso del Giappone?

Tokyo, Shinjuku

Tokyo, Shinjuku

Giappone ed Italia due mondi lontani...
Il Sol Levante piace molto agli Italiani, non dobbiamo certo scriverlo qua in un sito il cui tema principale è il viaggio in Giappone, ma sopratutto nelle grandi testate se parla spesso con poca competenza, rincorrendo il titolo facile....
leggi tutto...

Cosa piace agli Italiani del Giappone?

Gruppo di Italiani in Giappone in Giappone

Gruppo di Italiani in Giappone

Sol Levante tra amore e stupore
Impressioni, confronti, cose che piacciano e che piacciono un po' meno agli Italiani che si spingono in viaggio di piacere fino in Giappone...alcune considerazioni personali...
leggi tutto...

Seguici su g+